Accessibility

Font size

Filters

Highlight

Colour

Zoom

Bastione di Orange (Orange Bastion)


Questo bastione deve il suo nome al re d'Inghilterra, Guglielmo III, conosciuto anche come William of Orange, Sovrano Principe d'Orange sin dalla nascita. Fu ricostruito dagli inglesi sul sito di un bastione spagnolo più antico e più grande, che si estendeva lungo la Line Wall Curtain. Nel 1758 la facciata principale del bastione conteneva sei cannoni destinati a difendere l’Old Mole sparando alle navi a 600-700 iarde (550-640 m) di distanza. Durante il Grande Assedio di Gibilterra, il bastione fu ridisegnato e ingrandito per diventare un semi-bastione. Nel 1790, Sir William Green supervisionò i lavori di miglioramento alle difese di Gibilterra, fece estendere i Bastioni Orange e Montagu e organizzò anche una controguardia che sarebbe stata costruita di fronte ad essi come ulteriori difese. Questa controguardia del 1823, che in origine era chiamata Controguardia di Orange, fu successivamente ribattezzata Controguardia di Chatham in onore del conte di Chatham che fu governatore di Gibilterra dal 1821. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu installato un cannone da 40 mm Bofors nel Bastione di Orange.

Scoprire altre attrazioni della zona